Informazioni per i familiari

Se tu(o un tuo familiare) hai ricevuto la diagnosi di tumore neuroendocrino (NET), puoi trovarti a vivere un turbinio di emozioni forti: shock, ansia, paura, rabbia, tristezza, angoscia o senso di colpa. Si tratta di emozioni naturali di fronte a una diagnosi di tumore o comunque di una malattia con cui si dovrà convivere per tutta la vita.

È importante tenere presente che non esiste un modo giusto o sbagliato di reagire di fronte alla diagnosi di NET, così come non vi è un solo modo corretto per affrontarla.

Per informazioni: https://www.livingwithnets.it/convivere-con-un-net/gestire-le-emozioni/

Come supportare un paziente

Prendersi una pausa

Non sentirti in colpa se chiedi ad altri di aiutarti oppure se affidi per un breve periodo il familiare o l’amico ai di servizi di assistenza specifici .

Questi servizi di supporto possono essere forniti presso il domicilio, in un’apposita struttura oppure, in taluni casi, in ospedale o presso l’hospice. Possono essere richiesti per periodi variabili da  2-3 ore, per l’intera notte o anche per qualche giorno.

Chiedere aiuto ai familiari

Potrebbe essere utile un incontro con tutti i familiari per definire in che modo ciascuno può essere utile. I compiti che possono essere svolti da altri, oppure in condivisione, includono:

  • Sbrigare le faccende domestiche (cucinare, fare il bucato, stirare, curare le piante, ecc.)
  • Accompagnare la persona malata alle visite
  • Cercare informazioni su Internet
  • Accompagnare i bambini a scuola o ad altre attività
  • Fare compagnia alla persona malata
  • Tenere aggiornati gli altri familiari

Come affrontare la situazione

Poni dei limiti a ciò che può fare e definisci quando chiedere aiuto:

  • Prendi contatto con associazioni o servizi che offrono sostegno in queste situazioni
  • Chiedi aiuto ai servizi di assistenza domiciliare o alle associazioni di pazienti che operano sul territorio
  • Parla con un terapista occupazionale per le modifiche da apportare in casa
  • Utilizza un diario per annotare informazioni, appuntamenti e dubbi
  • Non pretendere di essere perfetto nell’assistenza della persona malata

Per informazioni: https://www.livingwithnets.it/convivere-con-un-net/informazioni-per-chi-assiste-il-paziente/